giovedì, giugno 09, 2011


Occhiaie: cause&rimedi

14

Ciao ragazze! In questo post vi voglio proporre una piccola guida sulle occhiaie per comprenderne le cause e trovare insieme delle soluzioni efficaci. Premetto che non sono un'esperta, quello che trovate qua sotto è frutto delle mie esperienze e di ciò che ho imparato documentandomi nel tempo, sentitevi libere di correggermi o di suggerire altri metodi o parlarci delle vostre esperienze.


Le occhiaie sono un inestetismo democratico che colpisce tutte prima o poi ma ci sono ottime speranze di poterle eliminare o anche solo per ridurle notevolmente. Il primo passo è individuare la causa della formazione, non dipende infatti solo dalla mancanza di riposo ma anche da cattiva circolazione o da idratazione non sufficiente, una volta individuata la causa è possibile agire per migliorare la situazione e a volte per eliminare il problema. In alcuni casi basterà fare attenzione e adottare piccoli accorgimenti in altri sarà necessario agire dall'esterno. Altre info dopo il salto!

Le cause: le più comuni sono scarso riposo causato da un periodo di stress, cattiva circolazione nella zona perioculare, sfregamento con conseguente rottura dei capillari o fragilità capillare, idratazione insufficiente della zona.


I rimedi: La mancanza di riposo o di un riposo soddisfacente causa un'infiammazione della zona perioculare in quanto gli occhi vengono sforzati e tenuti costantemente in movimento, all'infiammazione consegue una difficoltà di microcircolazione quindi un ristagno di liquidi, c'è a dire che anche passare diverse ore al computer può causarne l'insorgere. Il problema è comunque risolvibile in tempi brevi: cercate di riposare il più possibile e di riposare nel modo migliore quindi niente tv accesa, luci o fastidi esterni, nei periodi di forte stress potete aiutarvi con tisane rilassanti o bagni caldi ai quali potete aggiungere qualche goccia di olio essenziale per favorire il rilassamento (vi consiglio di leggere questo interessantissimo articolo sui bagni aromaterapici a cura di Des). C'è poi chi sostiene che sia utile dormire con cuscini bassi o addirittura senza cuscino per favorire la circolazione e chi invece consiglia addirittura il contrario, io non ho riscontrato mai grosse differenze, però mi è capitato di dormire su cuscini troppo bassi e di svegliarmi con gli occhi gonfi, credo quindi sia comunque un fattore soggettivo.

Quando il problema riguarda la cattiva circolazione è importante fare dei massaggi con estrema delicatezza per non rompere i capillari, picchiettando sull'occhiaia dall'interno verso l'esterno, agite sempre con delicatezza e applicate localmente prodotti che stimolino la circolazione e che rinforzino le pareti venose (a tal proposito è ottimo il mirtillo, da assumere anche come integratore); evitate sempre di lavare il viso con acqua troppo calda per non favorire il dilatamento delle vene e quindi il ristagno dei liquidi, ideale sono lavaggi con acqua tiepida alternata ad acqua fresca, l'alternarsi di temperature alte e basse infatti aiuta la microcircolazione. 

Un'altra causa del ristagno di liquidi è la rottura dei capillari che può essere causata da un fattore meccanico (sfregarsi gli occhi spesso o struccarsi con poca delicatezza causa dei microtraumi) o può essere un fattore fisiologico (fragilità capillare). Il fattore meccanico è facilmente evitabile, siate gentili con i vostri occhi e loro vi ringrazieranno, il fattore fisiologico invece è risolvibile assumendo integratori o facendo applicazioni locali con prodotti a base di mirtillo o ancora assumendolo direttamente quando possibile, il mirtillo infatti è un ottimo coadiuvante nel trattamento della fragilità capillare, poichè aiuta a rinforzare le pareti venose e migliorare la circolazione.

Se la zona appare invece arida o poco idratata preferite l'utilizzo di creme contorno occhi adatte a ristabilire il livello d'idratazione necessario (consigliata la crema contorno occhi Acqua2O di BV - review in arrivo!) o oli nutrienti e di facile assorbimento come l'olio di jojoba che ammorbidisce e mantiene la pelle morbida ed elastica, per contrastare piccole rughette d'espressione accentuate dalla secchezza potete utilizzare l'olio purissimo di rosa mosqueta, elasticizzante e cicatrizzante.

Correggere con il trucco: ci sono due teorie a riguardo: la teoria della ruota dei colori e la teoria del chiaro/scuro. Cercherò di spiegarvi a grandi linee entrambe e come agire in caso voleste provare l'una o l'altra, successivamente vi elencherò i pro e i contro dal mio punto di vista. Nel primo caso si fa affidamento sui colori, secondo questa teoria infatti, ad ogni colore primario* corrisponde un colore secondario** e la sovrapposizione dei due crea una tonalità che al nostro occhio appare come neutra. Nel dettaglio: osservando l'immagine a sinistra notiamo che al rosso corrisponde il verde, al blu corrisponde il giallo, al viola invece l'arancio, scegliete quindi correttori del colore secondario per annullare la discromia. E' importante sapere che una volta trovato il corrispettivo e aver "annullato" il colore iniziale è necessario passare un colore il più possibile simile alla vostra carnagione per uniformare perfettamente la zona. L'altro metodo invece, quello che preferisco, prevede l'utilizzo di un correttore del proprio sottotono e nella tonalità più simile al colore della nostra pelle in modo da creare un incarnato uniforme e senza stacchi di colore. E' importante inoltre adattare il correttore alle proprie esigenze e alle stagioni, quindi un correttore cipriato è sconsigliato a chi ha la zona perioculare secca perchè tende ad enfatizzare rughette d'espressione ed eventuali screpolature, da evitare invece un correttore in crema per chi la la zona più grassa perchè un correttore troppo pesante non fa respirare la pelle e tende a "sciogliersi" con l'eccesso di sebo. 


Considerazioni finali: La ruota dei colori è una tecnica che non amo e che non ho trovato particolarmente efficace perchè il rischio "pastone" è altissimo, è inoltre difficile trovare un correttore colorato veramente efficace che non sia troppo chiaro o troppo scuro o troppo pigmentato, ci vuole tempo e precisione per riuscire a realizzare una copertura perfetta delle discromie. E' inoltre importante sapere che se avete intenzione di sovrapporre due correttori è bene che la formulazione sia simile altrimenti rischiate che i componenti non si mixino e tendano a dividersi, finireste per ritrovarvi con una strana poltiglia sotto l'occhio (esperienza personale!). Altro lato negativo è che le occhiaie in genere non si compongono di un solo colore ma ci sono zone d'ombra diverse e di diversi colori, è possibile che vicino al dotto lacrimale siano violacee per poi virare al rosso, in quel caso dovremmo optare per una punta di giallo sul viola e del verde sulla zona arrossata, è difficile "scomporre" esattamente i colori e trovare i giusti corrispettivi, ed è soprattutto un lavoro minuzioso che ha bisogno del suo tempo, se avete fretta non è l'ideale, inoltre sovrapporre i prodotti può enfatizzare altri problemi correlati come le borse che spesso accompagnano le occhiaie ma di questo vi parlerò in un altro post.

La teoria del chiaro/scuro invece la preferisco perchè più rapida, semplice ed economica, non abbiamo quindi bisogno di acquistare più correttori e possiamo utilizzarne uno anche su altre imperfezioni, è più facile individuare il proprio sottotono e il correttore che più si avvicina alle nostre esigenze in fatto di coprenza, tenuta e tonalità, inoltre quasi tutte le case cosmetiche propongono correttori color carne, quelle che ne propongono di colorati non sono molto diffuse o la qualità non è buona (sconsigliatissimo il trio di correttori Forget it! di Essence, il nome è azzeccatissimo: dimenticatelo!)

Vi ricordo inoltre che per non favorire l'invecchiamento precoce di una zona così delicata e l'assottigliamento della pelle è necessario evitare eccessive esposizioni solari e fare uso sempre prodotti mirati che proteggano la vostra pelle anche durante le esposizioni brevi. 


Spero che la guida vi sia stata in qualche modo d'aiuto, fatemi sapere cosa ne pensate e se volete che approfondisca qualche punto in particolare o se avete qualche domanda. 


*primario: colore non riproducibile unendo altri colori
** secondario: colore ottenuto miscelando due colori

14 commenti:

TheMorgana1985 ha detto...

utilissimo e bello dettagliato

chic inside ha detto...

Ale è un post fantastico!!!! Complimenti!!! Davvero utile e dettagliato!
La teoria del colore non riesco ad utilizzarla, le mie occhiaie sono camaleontiche!!!
Un bacio

Lara ha detto...

Utilissimo post!
Hai spiegato alla perfezione la teoria dei colori =D...ma io preferisco di gran lunga il correttore lo trovo molto più semplice ed immediato =D
Un bacione
Lara

http://lara-ilmondoamodomio.blogspot.com/

Alessandra ha detto...

@TheMorgana1985: ti ringrazio! è venuto lunghetto ma volevo spiegarvi le cose più importanti e interessanti :D

@chic inside: grazie mille Simo, sono felicissima che ti sia utile! le occhiaie camaleontiche mi sono piaciute XD

@Lara: grazie anche a te Lara! sarebbe carino fare un sondaggio su quante usano una tecnica piuttosto che un'altra :D

Alememe ha detto...

Grazie per l'articolo dettagliatissimo e chiarissimo.
Io uso il correttore aranciato (mi piace l'effetto di quello minerale in polvere) oppure un correttore illuminante.
Grazie ancora.
Baci

Manuki ha detto...

Utilissimo!
Anche io utilizzo un correttore leggermente aranciato per la parte più scura e poi invece un correttore normale per le discromie meno importanti

MsNana_ ha detto...

lovely blog..
lol i am sad i cannot understand x

Alessandra ha detto...

@Alememe: grazie a te del commento! non ho ancora trovato il metodo che faccia per me per il correttore in polvere :(

@Manuki: ne sono felice :D vedo che la situazione è di parità tra i colorati e i naturali, chissà chi vincerà :P

@MsNana_: thank you for the nice comment ♥ maybe google can help you ;)

Nina ha detto...

Sei molto chiara e concisa! Mi sa che anch'io preferisco il secondo metodo!

Roberta Amendola ha detto...

...bello il tuo blog ti seguo...vieni a vedere il mio....;http://robyesugar.blogspot.com/

Alessandra ha detto...

@Nina: temevo di essermi dilungata troppo, grazie Nina ♥

@Roberta Amendola: grazie mille per l'invito e per esser diventata mia follower, passo volentieri!

Feddy ha detto...

molto utile questo post...
comunque le mie occhiaie sono perenni...non c'è modo di liberarsene...

♥Giugi♥ ha detto...

io ho le occhiaie da quando son piccola c'è poco da fare non andranno mai viaxD capirai poi sono bianca come un cadavere e risaltano ancora di più:(

Alessandra ha detto...

@Feddy e ♥Giugi♥ : potrebbe essere un fattore ereditario, anche la forma dell'orbita oculare può influire ma sono sicura che se stiamo attente a piccole cose la situazione può migliorare :)

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...